PASQUA SU SYROS

Una celebrazione della divinità e dell'armonia

Guarda il video
Devozione religiosa, Tempio sacro di Agios Nikolaos

Syros regna sull'Egeo con la personalità dinamica e la grazia cosmopolita di una raffinata signora dell'alta borghesia.


Sede dell'amministrazione locale e capitale di tutte le Cicladi e dell'isola, Hermoupolis è una città di grande levatura, che conserva e promuove il prestigio del suo glorioso passato. La sua storia si snoda attraverso vicoli labirintici, i suoi villaggi tradizionali combinano architettura medievale e cicladica, chiese ortodosse e cattoliche. Le coste di legni, il blu scintillante dell'Egeo e il meraviglioso paesaggio naturale contribuiscono a creare un aspetto da fiaba.

Pasqua a Syros è un'esperienza unica. Qui, nel "cuore" dell'Egeo, si trova uno dei pochi angoli del mondo in cui due diverse comunità cristiane, ortodosse e cattoliche, celebrano sempre contemporaneamente la data più importante nel calendario cristiano, a simboleggiare la concordia e la solidarietà che esiste tra loro.

Lunedì santo

Le massaie di Syros iniziano i preparativi cucinando biscotti pasquali; una sorta di brioche chiamata tsoureki e tradizionale torta dolce con formaggio a base di latte di capra. In ogni quartiere, meravigliosi aromi emanano dai forni della cucina e si diffondono nella brezza.

Martedì santo
Il maestoso tempio di Agios Nikolaos domina l'intero distretto di Vaporia. Lì, in un'atmosfera di elevazione spirituale, il famoso coro canta l'Inno di Kassiani.

Mercoledì Santo

Oltre a offrire l'esperienza profondamente toccante della Settimana Santa, la Pasqua a Syros è l'occasione per conoscere una delle isole più belle della Grecia. In primavera l'isola è imbrattata di splendenti tonalità verdi e il profumo di camomilla e salvia vi accompagna ovunque.


Giovedì Santo
Nelle chiese ortodosse della città, dopo la lettura dei Dodici Vangeli della Passione, alle ragazze viene affidato il compito di decorare la Santa Bier con fiori di limoni, lillà, violette e gigli. Nelle chiese cattoliche, la decorazione di Holy Bier si svolge la mattina del Venerdì Santo.

Buon venerdì
I santi ortodossi ortodossi dei templi di Agios Nikolaos, Kimisi tis Theotokou e Metamorphosi tou Sotiros (la chiesa principale dell'isola) sono portati in giro per le pittoresche stradine della città e le processioni dei fedeli che tengono candele accese si riversano da ogni lato la città. Le persone che seguono i Bielorussi ortodossi portano anche vesti, spugne e dadi in alto su pali lunghi per simboleggiare le passioni di Cristo.

Le tre processioni dei Holy Biers convergono infine in Piazza Miaouli davanti al municipio dove si svolge la preghiera comune e gli inni sono cantati dal coro di Agios Nikolaos, accompagnati dalla banda musicale della città. Il santo barone della chiesa cattolica di Evaggelistria è ambientato prima dell'arrivo delle processioni ortodosse e l'unione di tutti i seguaci e delle loro sacre accuse è davvero uno spettacolo da vedere!

Lontano dalla folla, se sei alla ricerca della tranquillità e di quel divino senso di serenità che questo festival può portare, sali fino all'unico monastero ortodosso dell'isola, quello di Agia Varvara, sopra Kini. Il servizio inizia nel primo pomeriggio e la Holy Bier viene portata fuori dal monastero, attorno ai sentieri di montagna circondati da fiori in piena fioritura.

Un'altra esperienza speciale è la processione del Santo Bier ad Ano Syros, eseguita da due parrocchie cattoliche, quelle della Cattedrale di San Giorgio e della Chiesa di San Sebastiano.

Queste processioni si fanno strada lungo i vicoli appena imbiancati. Di fronte al Bier, un uomo tiene una croce con una ghirlanda di fiori e strisce di stoffa bianche, mentre altre persone seguono i pali della holding che sospendono gli oggetti - rappresentando ogni momento dall'arresto alla Crocifissione di Cristo; i trenta pezzi d'argento, la santa spugna, la corona di spine, la veste rossa. Segue dietro l'icona della figura dolente della Santa Vergine. Mentre la processione passa davanti alle case, i residenti bevono fiori e profumo mentre il coro canta gli inni del Venerdì Santo.

Santo sabato
Al mattino le campane della chiesa risuonano nella Prima Resurrezione. I sacerdoti spargono foglie di limone e i fedeli colpiscono i banchi della chiesa per fare un trambusto, che, secondo la tradizione, evita gli spiriti maligni.

Mentre il sabato si trasforma in domenica e la Resurrezione viene proclamata, i cieli sono ingioiellati da spettacolari fuochi d'artificio. Le esibizioni pirotecniche lanciate dalla collina della risurrezione e quella di Ano Syros sono semplicemente sensazionali e possono essere ammirate da tutta l'isola.

Più tardi, al tavolo della cena di famiglia, così come nelle taverne, viene servita la tradizionale zuppa magiritsa e l'agnello arrosto con patate in salsa di limone. Questo è anche il momento di vedere se riesci a spezzare le estremità dell'altro rosso tinto, uova bollite!

Domenica di Pasqua

Nei quartieri di Hermoupolis e nei bellissimi villaggi di Syros, l'aria è piena di odori di agnello o capretto allo spiedo e kokoretsi, un delizioso meze di carne!
La domenica pomeriggio, nella Chiesa Metamorphosi di Hermoupolis, vengono cantati i Vespri di Agape (amore), seguito dal messaggio evangelico della Risurrezione, letto in 12 lingue.

Vicino al tempio di Kimisi tis Theotokou, che ospita la famosa icona della Vergine Maria di Dominikos Theotokopoulos (alias El Greco), bruciano un'effige di Giuda fatta di materiali infiammabili. Questa è una consuetudine iniziata 80 anni fa e che ha continuato fino ad oggi.

La Pasqua è l'occasione migliore per conoscere "l'altro" Syros, la sua persona più tranquilla, più contemplativa, l'isola delle due Chiese, di amore e solidarietà.

Sia la città delle Cicladi che quella urbana, famosa e ancora inesplorata, Syros, l'isola della convivenza, dell'armonia e della creatività, è in grado di offrire il meglio che la Grecia ha da offrire ...